Se i dipendenti sono attivi sui social con un buon personal branding, si vende di più



Il concetto di Personal Branding,  in costante crescita in questi ultimi 10 anni, sta diventando un aspetto ancora più importante nel costruire un'identità per i brand aziendali. Infatti, non bastano più le informazioni riguardanti l'azienda, le persone vogliono sapere chi c'è dietro per  far sì che associ l'immagina positiva della persona a quella del brand. 

PR Boutiques International, network internazionale di cui noi di Encanto facciamo parte, ha proposto un articolo su come costruire un personal branding di successo sui social media. Lo riproponiamo qui tradotto:


Come avere successo nel Personal Branding sui social media
I social media sono come avere carta bianca, sia dal punto di vista personale sia lavorativamente parlando. A seconda di come li usi, puoi riuscire ad attirare l’attenzione sulle tue competenze e instaurare una reputazione solida per la tua società. Non c'è dubbio che i social media siano un importante forum dove fare personal branding.
Ma prima di affrontare i dettagli del personal branding sui social media, iniziamo a capire perché sia così importante.


Perché hai bisogno del personal branding
Alcuni inizialmente potrebbero aver letto con scetticismo queste prime righe; del resto, molti potrebbero pensare che il business brand sia più che sufficiente.
Il business brand, però, non è più abbastanza ormai. La gente vuole sapere chi agisce dietro i brand. Senza considerare che c’è un numero sempre maggiore di persone che non hanno un business brand ma a cui piacerebbe un modo per accrescere la loro conoscenza e le loro competenze nel loro settore.
Man mano che il personal branding è diventato più popolare, abbiamo notato dei grossi benefici utili a costruire attivamente un personal brand. Consideriamo un paio di motivi qui di seguito.
In primo luogo, accresce la fiducia con il pubblico. Pensateci…cosa fai quando uno sconosciuto si avvicina a te in strada per venderti qualcosa? Esiti, o rifiuti direttamente, perché non conosci la persona né il prodotto che ti vuole vendere. D’altro canto, se uno dei tuoi più cari e fidati amici provasse a venderti un prodotto che ama, sicuramente lo ascolteresti e potresti anche comprarlo.
La gente vuole acquistare prodotti da persone che conosce e di cui si fida. Tutto il tuo pubblico non può conoscerti personalmente, ma un personal brand può farli sentire più a loro agio con te. Seguendoti sui social media, vedendo i tuoi contenuti e come ti poni con gli altri, le persone inizieranno a conoscerti e fidarsi.
In secondo luogo, aiuta anche il profitto finale dell’azienda (o direttamente il tuo se sei il proprietario), specialmente se ti occupi del personal branding sui social media. Uno studio condotto da Sprout Social dimostrò come i clienti fossero più invogliati ad acquistare del 77% rispetto al solito da un brand attivo sui social media.
Quindi: come puoi sfruttare i social media per condurre la tua strategia per il personal branding? Quali tattiche potranno esserti d’aiuto per sviluppare il tuo personal branding in mezzo alla confusione dei social media?
Guardiamo qualche consiglio utile che puoi utilizzare per sfruttare al meglio la tua strategia sui social media.


Come avere successo col Personal Branding sui Social Media
1.       Riordina il tuo account social

Sicuramente è da un po’ che usi i social — e magari perlopiù arrangiandoti — un post di qui, un link di là…. Ma ora è il momento di prendere la tua strategia social seriamente. Il primo passo? Migliorare attivamente e modernizzare i tuoi profili per mostrare il meglio del tuo personal brand.
Come appare un account social efficiente? Innanzitutto, tutte le tue informazioni dovrebbero essere complete e accurate. Poi, sbarazzati di ogni foto inappropriata o dei post che potrebbero danneggiarti. Quindi, rafforza la tua immagine sui profili social, usando delle foto che siano contemporaneamente professionali e rassicuranti. Poiché l’occhio vuole la sua parte, fai in modo che il tuo profilo sia pieno di immagini interessanti e video che diano alle persone un’idea del tuo carattere.

2.       Scegli un’area di competenza
Se la tua area di competenza è troppo ampia, il tuo pubblico inizierà a chiedersi quanto tu sia credibile — dopo tutto, nessuno può essere perfetto in ogni cosa. Scegli un’area o due dove puoi brillare e fare colpo sul tuo pubblico. Passato del tempo, avendo sviluppato un forte personal brand, potrai decidere di aggiungere altre specialità alle tue competenze.
Inizialmente, prenditi tempo per concentrarti su un focus in particolare e determina quale area della tua azienda sia più adatta al tuo brand. Scegline una che ti appassiona e di cui puoi parlare all’infinito. Questo ti aiuterà a coinvolgere il tuo pubblico, specialmente quando inizierai a produrre dei contenuti.

3.       Creare dei contenuti coinvolgenti
I contenuti sono la linfa vitale dei social media – oltre ad essere i più originali, i migliori. Quando le persone interagiscono con contenuti che hai creato tu — che sia un articolo del blog, un video o una infografica — si fanno veramente un’idea delle tue competenze e della tua personalità. Quella interazione porta gli utenti al tuo brand personale e forma followers leali che ti consulteranno di nuovo per altri contenuti utili.
Dove iniziare? Guarda quali domande chiede il tuo pubblico e quali problemi affrontano riguardo il tuo settore di competenza. Potresti scoprirlo cercandolo sui social media network come Twitter. Quora è un altro ottimo sito da consultare per capire i dubbi degli utenti. E per prendere ispirazione, puoi anche investire in un tool a pagamento come BuzzSumo per vedere quali sono i contenuti più popolari nel tuo settore.
Non vuoi solo ripetere quello che già altri stanno dicendo, quindi cerca di dare consigli freschi e originali.
Una volta che hai una lista di argomenti in testa, è tempo di creare. Scrivi un blog. Crea infografiche colorate. Cura il tuo e-book. Creati i contenuti, condividili coi tuoi followers sui social media.

4.       Sfrutta l’intelligenza artificiale
È facile continuare a postare sui social e ottenere engagement quando tutto è nuovo ed eccitante. D’altra parte, è facile dimenticarsene dopo che l’entusiasmo iniziale svanisce. È qui che interviene l’intelligenza artificiale.
Ci sono app e tool di intelligenza artificiale come HubSpot e Sprout Social che possono aiutarti a organizzare un calendario editoriale — occupandosi pure dei contenuti rilevanti per il tuo pubblico. Ci sono anche strumenti che possono aiutarti a coinvolgere il pubblico.
Questi strumenti sono ottimi perché sei tu a impostarli a tuo piacimento. Se vuoi semplicemente pianificare i social media e mantenere tutto organizzato e temporizzato, ci sono tool come HootSuite che ti aiutano a farlo. Se per te è troppo complicato dedicare abbastanza tempo per i social media, ci sono strumenti che possono occuparsi di molti degli aspetti che non riesci a gestire per via dei tuoi impegni.

5.       Cura i contenuti
I tuoi contenuti personali saranno i più forti per la costruzione del brand, ma saranno altrettanto validi i post condivisi, cioè contenuti creati da altri che tu reposti sul tuo profilo social.
Qual è il beneficio di scegliere contenuti di altri? Quando lo fai, è come se dessi la tua approvazione all'autore, che è sempre apprezzata sui social media. Ti aiuterà ad allargare il tuo network e costruire rapporti con dei colleghi — che potrebbero poi condurre a una futura collaborazione.
Inoltre, è una dimostrazione al tuo pubblico che vuoi sinceramente aiutarli, anche se i contenuti che condividi non sono stati personalmente creati da te. Li aiuta a sentirsi come se tu fossi lì per loro, non solo per avere più visualizzazioni o like.
Nota bene: assicurati che i contenuti che condividi ti piacciano davvero. Altrimenti, potresti associare il tuo nome ad un contenuto non all’altezza.

6.       Sii Positivo
Ricordati che i tuoi profili social e la tua storia rimarranno come una sorta di riassunto online. I futuri dipendenti e collaboratori — per non parlare dei followers — consulteranno questi profili per capire bene chi tu sia e quali sono le tue idee.
Per questo motivo i tuoi post e l’engagement sui social media dovrebbero essere sempre di alto livello. Stai attento ai commenti politici o religiosi. Evita commenti che potrebbero sembrare offensivi verso determinati gruppi di persone.
Se non sei a tuo agio con questa cosa e vuoi uno spazio personale dove poter esprimere liberamente la tua opinione, dovresti considerare l’opzione di creare un altro profilo online dove farlo. Ma se stai cercando di costruire un forte brand personale, cerca di mantenere un profilo esemplare.

7.       Unisciti a gruppi
I gruppi ti aiutano a vivere l’esperienza dei social media al suo massimo.
Da Facebook a LinkedIn, troverai un numero di gruppi specificamente creati per il tuo settore di competenza. Scopri quali ti appartengono e si sposano meglio col tuo brand e unisciti a loro. Questi gruppi possono aiutare la tua strategia di personal branding in molti modi diversi, compresi:
- Ottenere dei feedback di valore
- Ottenere idee
- Espandere le tue competenze
- Accrescere la tua fiducia
- Diventare un leader
- Aiutare gli altri
Comunque, non otterrai vantaggi da nessuna di queste cose, se non ti butterai e non interagirai con un gruppo. Pubblicare o commentare post spesso aiuta a farlo. Se qualcuno chiede qualcosa e tu puoi dare una risposta valida, fallo. Questo aiuterà gli altri a conoscere il tuo brand e le tue competenze e potrebbe anche portare un maggiore engagement sul tuo profilo.

8.       Sii coerente
La coerenza ti aiuta a farti conoscere e a fidarsi. Inoltre, se cambi costantemente opinione e carattere, il tuo pubblico non avrà tempo per conoscerti o farsi un'idea di te.
Inizialmente può richiedere diversi tentativi ed errori per riuscire a definire la tua presenza social ed è normale. Prenditi tempo per trovare la formula giusta.
La coerenza diventa più importante a seconda del numero di social su cui sei presente. Vuoi che i tuoi followers abbiano esperienze simili a prescindere dal social network? Se ti seguono su uno di questi, assicurati che possano farlo anche su un altro e sentirsi comunque a loro agio. Questo include usare le stesse immagini del profilo e lo stesso linguaggio, oltre ai messaggi, su tutti i tuoi canali social.




Nessun commento: