Non solo card. Come conversiamo sui social media. La storia di MonnaLisa Touch™



I social media sono il luogo dove avvengono e si sviluppano le conversazioni.
Con le persone, certo, ma anche con i brand e le aziende.


Quante volte, anche tu, hai smesso di seguire una pagina Facebook, un account Twitter, una pagina Instagram, un profilo LinkedIn perchè postano troppe promozioni, non hanno una personalità sui propri account, non ti forniscono contenuti utili o peggio ancora non ti rispondono quando invii un messaggio?

Ecco perchè è fondamentale un utilizzo sapiente dei social media da parte delle aziende e dei brand: perchè l’esperienza che offri al tuo pubblico deve essere memorabile.
Ci piace raccontare la storia di MonnaLisa Touch™ e della sua pagina Facebook.

La pagina Facebook di MonnaLisa Touch , la laser terapia per la menopausa, conferma come sia importante l’utilizzo del web, in questo caso dei social media, per informare e parlare di salute alle donne.

Il canale social inteso e alimentato come un’opportunità per le donne che possono contare su un primo approccio sulla menopausa, con testimonianze anche da parte di opinion leader, e per i medici che possono ascoltare le loro voci, indispensabili per un corretto approccio con le pazienti.

Per MonnaLisa Touch™ abbiamo scelto di utilizzare la potenzialità del social media nel suo aspetto principale: quello di aprire un canale informativo fra l’azienda e le donne. Informare in senso lato, facendo diventare protagonisti i medici e divulgando le pubblicazioni scientifiche riguardanti il trattamento con un unico fine: permettere a chi attraversa il periodo della menopausa di viverlo serenamente, anche con un sorriso. Da qui l’esigenza da parte dell’azienda di poter produrre contenuti editoriali ad hoc utili sia ai medici, sia per le pazienti, generati da una redazione dedicata al tema della Menopausa 2.0.




La redazione raccoglie numerose testimonianze di medici e pazienti, realizza materiale ad hoc e su misura, riprende le pubblicazioni scientifiche anche internazionali a sostegno dell’efficacia e della sicurezza del trattamento, fornisce ai ginecologi un canale privilegiato per poter ascoltare le voci delle donne che spesso per timidezza non parlano di queste problematiche anche se le riguardano tutte in un determinato periodo della vita.

Ecco che il social media non diventa una comunicazione chiusa: parte da un lavoro redazionale dedicato, si sviluppa nel linguaggio specifico di ciascuna piattaforma e diventa opportunità di dialogo, di comunicazione e di rapporto personale che accompagna le persone dallo schermo del computer o del telefono direttamente “a casa” dell’azienda.

Contattaci per sapere come comunicare la tua Azienda, i tuoi prodotti e i tuoi servizi a tutto tondo, diventando il riferimento principale dei tuoi clienti garantendo loro un’esperienza All In One.