Dalla conduzione di Radio24 alle "7 S" della comunicazione: Roberto Rasia Dal Polo

Le 7 S della comunicazione secondo Roberto Rasia Dal Polo sono una sintesi di quello che effettivamente serve per rendere efficace la comunicazione personale. 
Le abbiamo intercettate e crediamo sia utile condividerle come strumento di sicuro interesse per tutti. Del resto, lo sappiamo bene, usiamo la comunicazione ovunque noi siamo e parlare in pubblico non è sempre qualcosa che ci viene spontaneo o naturale.


Roberto Rasia Dal Polo è un comunicatore e formatore che da 16 anni si occupa di condurre format televisivi, radiofonici e alcuni dei più importanti eventi live del nostro paese. 
10 anni a Radio24 e più di 8 anni sulle piattaforme di SKY, con decine di collaborazioni in video con Rai e Mediaset, hanno consentito a Roberto di costruire una gavetta tecnica che pochi possono vantare.
Autore di "Conduci la tua vita! Diario di un conduttore", libro in cui Roberto utilizza la propria esperienza per svelare in maniera concreta una serie di strumenti e segreti per comunicare in maniera efficace e per riconoscere le manipolazioni che nostro malgrado dobbiamo affrontare nella vita di tutti i giorni.

La sua esperienza, infatti, riassume efficacemente alcuni dei pilastri della comunicazione che vogliamo condividere con voi da Millionaire:

1. Semplicità. Farsi capire anche dai bambini, senza però essere superficiali né banali.
2. Sintesi. Spiegarsi in breve. Comunicare per sottrazione. Ci si riesce schematizzando e ascoltando gli altri (per vedere se li annoiamo).
3. Sorriso. La comunicazione non verbale conta al 55%. E un sorriso colpisce sempre, a patto che sia sincero. E alle presentazioni: sguardo diretto e sorriso (non lo fa quasi nessuno).
4. Sostenibilità. Bisogna essere onesti, nel proprio messaggio. Se non subito, alla lunga pagherà.
5. Silenzio. Oggi meno si comunica e meglio si comunica. Ascoltare e osservare aiutano a calibrare la comunicazione.
6. Sensibilità. Viene con l’esperienza e consiste nella capacità di sdoppiarsi mentre si sta parlando e guardarsi da fuori per giudicarsi. E verificare che la performance sia in linea con l’obiettivo finale.
7. Seduzione. Consiste nella capacità di portare a sé l’interlocutore. Convincerlo della bontà delle nostre idee. Creare empatia. Seduce chi è stato bravo con le sei S precedenti.


Nessun commento: