Parlando di Corporate Social Responsibility con Margherita Sartorio (ENG/ITA)

Ci sono alcuni scenari di ricerca che richiedono competenze, metodologie e chiavi disciplinari che non sono disponibili nella loro completezza all’interno di un singolo Istituto di Ricerca. Per rispondere a questa domanda, sempre più pressante, nasce l’Istituto Ixè.

Durante la sua storia, il nucleo dei primi ricercatori pone le premesse per la sperimentazione e l’avvio del sistema di raccolta dati via web.

Lo scorso 23 Giugno, a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Encomico, Marghrita Sartorio Meregotti, Amministratore Delegato dell' Istituto, ha presentato il VII Rapporto sulla Corporate Social Responsibility e successivamente ci ha rilasciato una breve intervista condotta dalla nostra collaboratrice Christy Suk, studente dell’Univeristy Of Arizona.

(qui sotto la versione in inglese, a fondo pagina la versione in italiano)

Corporate Social Responsibility (CSR) is a concept that has been around but it is becoming a necessity in the business world to run a successful business. We live in a age where throwing money in to mindless advertising is no longer affective and people are looking to support business that show good ethics.
In our industrial world it is important to show that we care about the people who work for us, those who shop with us and of course our environment. That reasoning is why CSR has taken off in the business world, and why it is becoming more beneficially to have that strategy in your financial plan.
Yesterday in Rome there was a meeting held by the Ministry of Economic Development, where the topic of CSR was brought up. 
Margherita Sartorio is the CEO for Istituto IXE, and she was the spokes person for this topic.

Margherita Sartorio - AD di Istituto Ixè
Interviewing with Margherita the day after the meeting, she  felt that the meeting went very well, and she is happy to see that there is a large percent of people that are happy that companies are beginning to implement these ideas in their business plans.

Margherita was explaining how companies with 18 employees or more who implemented the ideas of CRS, saw an increase of about 18% in their business. Proving that people really do care if the company they are shopping with cares about the citizens, consumers and environment.
CSR is a useful tool for companies looking to improve, rebuild or build a good reputation for their name.  “It has a greater affect on getting a company’s name out there than simple advertisement” (Margherita Sartorio). You are no longer advertising just the products that you sell but now you are selling a brand that cares, a brand people will want to buy because it is considerate.

People will be more likely to buy your products because they know that the company is investing money into the welfare of their employees over a company who cares nothing at all about what they do to help the people who work for them or shop their products.
Margherita cannot stress enough how beneficial, and the importance that corporate companies are doing their part in society. They have an effect on society as a whole and it is their responsibility that they are doing their part to take care of the social society.
(Christy Suk)
Christy Suk
Corporate Social Responsibility (CSR) è un concetto che incrociamo da un po’ di tempo ed è divenuto ora una necessità nel mondo del business al fine di dirigere un’azienda in modo efficace. Viviamo in un tempo in cui gettare somme di denaro polverizzandolo in pubblicità poco efficaci non ha più alcun ritorno e al contempo la gente è più propensa a supportare marchi e aziende che mostrano le proprie qualità etiche.
Nel nostro mondo industriale è importante dimostrare che ci prendiamo cura della gente che lavora per noi, di coloro che acquistano i nostri prodotti o i nostri servizi e – ovviamente – siamo attenti all’ambiente che ci circonda. Questo ragionamento è alla base del motivo per cui la CSR ha preso piede all’interno delle aziende e il motivo per cui è importante che questa strategia sia integrata nel piano finanziario.
Lo scorso 23 Giugno a Roma si è tenuto un meeting presso il Ministero dello Sviluppo Economico, dove il tema principale è stato proprio la Corporate Social Responsibility. Margerita Sartorio è l’Amministraotre Delegato dell’istituto Ixè, in veste di relatore riguardo la CSR.
Abbiamo intervistato Margehrita il giorno successivo alla presentazione e il suo bilancio è positivo: soprattutto in merito al fatto che una larga percetuale di persone accolgano di buon grado il fatto che le aziende inizino a concretizzare queste idee nei loro business plan.

Margherita spiegava come le aziende con 18 o più dipendenti che hanno implementato l’idea di CRS, hanno incrementato di circa il 18% il volume di affari. Questo dimostra che la gente è interessata ed è più propensa ad acquistare da marchi che tengono in considerazione l’ambiente, i clienti e i cittadini.
La Corporate Social Responsibility è uno strumento molto utile che le aziende stanno sviluppando, costruendo o ricostruendo una buona reputazione per i propri brand. “Ha un enorme riscontro su come viene percepito il brand rispetto a una semplice pubblicità”, ci dice Margherita. Non stai semplicemente facendo pubblicità a un prodotto che vendi, ma stai vendendo un marchio che si preoccupa, che cura determinati valori, un marchio che viene acquistato dalla gente perché è premuroso.

Il pubblico sarà sicuramente ben disposto all’acquisto dei  tuoi prodotti perchè è a conoscenza del fatto che stai investendo denaro per il welfare dei tuoi dipendenti, diversamente la disposizione è negativa nei confronti di quelle aziende che non si curano affatto di considerare i propri collaboratori o di coloro che acquistano i loro prodotti (cioè i clienti).
Margherita ribadisce quanto la CSR sia un beneficio per le aziende e quanto sia importante per le aziende stesse essere attive nel proprio ruolo all’interno della società.
Sostanzialmente, le azioni intraprese dalle aziende hanno ripercussioni sulla società ed è loro responsabilità fare quanto possibile per prendersi cura del sociale e dell’ambiente in cui viviamo.