EXPO 2015: Il Padiglione della Corea, tra i più eleganti di tutta l’Expo

Piace il bellissimo Padiglione della Corea che, a una settimana dall'inaugurazione, ha totalizzato centinaia di visitatori che hanno seguito il percorso e assaggiato la cucina coreana.
Giornalisti e blogger italiani e di tutto il mondo si alternano per fotografare e riprendere le installazioni multimediali che raccontano il “Cibo del Futuro” come risposta ai problemi di sovralimentazione e denutrizione del mondo.

Hansik è il concetto chiave che racchiude il senso del viaggio coreano all’Expo: il cibo del futuro si conserva in un vaso che ha ispirato la forma del padiglione dove segue un naturale processo di fermentazione che non altera gli equilibri degli alimenti. Tutto accade come nella pancia della mamma.

Da leggere la bella descrizione di Gabriele Zanatta di “Identità Golose” nel suo articolo “Corea, bontà in fermento” che preannuncia la trasferta  da Expo a Seul di Massimo Bottura per il Festival gastronomico del 21 maggio. 

Le fermentazioni, uno dei leitmotiv in irresistibile ascesa nella cucina mondiale, sono ciò che distingue da sempre la cucina coreana. Per questo l’articolato e scintillante percorso multimediale che trovate dentro al padiglione Corea (chiamato così, senza divisioni tra Sud e Nord perché chi sta sotto al 38° parallelo non contempla chi sta a nord) è costellato di decine e decine di onggi, le giare entro cui avvengono tradizionalmente i processi di fermentazione, che qui sono illustrati per quello che sono: scomposizioni di materia organica che danno inizio a processi di sintesi di nuovi elementi”.

Ufficio stampa in pianta stabile per accogliere giornalisti e tv

Veronica e Maria della nostra agenzia hanno aperto un nostro ufficio al secondo piano del Padiglione da dove lavorano ormai dal primo maggio accogliendo i numerosissimi giornalisti che ogni giorno chiedono informazioni e interviste di approfondimento. Ottimo il riscontro televisivo da tutti i network nazionali che hanno premiato il progetto dello studio coreano Archiban, RaiExpo in questo video. Il Tg2 di ieri sera ha toccato un picco d’ascolti con il passaggio del servizio sulla Corea a Expo.

Oggi c’è stato anche Vittorio Brumotti con il Gabibbo che per Paperissima hanno girato un lunghissimo servizio sul padiglione.




Niente di tutto questo sarebbe però possibile senza il team di Conselit di Seul di Lia Iovenitti, Yulia e Tae che, per il periodo dell’Expo lavoreranno dai nostri uffici oltre che dal Padiglione, e ci aiutano nel coordinamento dello staff coreano del Ministero del Turismo e dello Sport responsabile della Corea al’Expo.







Nessun commento: