Tendenze: UN VIDEO SPIEGA COME SARA' IL NOSTRO FUTURO... BRANDIZZATO

                 
                 


Un nuovo progetto di Kickstarter film project, elaborato da Keiichi Matsuda, dipinge un futuro totalmente interattivo, in cui il mondo digitale e il mondo fisico saranno mescolati.
Quando è comparsa la tecnologia della “realtà aumentata”, è diventata l’argomento portante in certi circoli di marketing e tecnologia. E mentre le sue prime applicazioni - su scatole di giocattoli e figurine di baseball tendevano verso la finzione, con il potenziale di nuovi sviluppi come Google Glass, è apparso chiaramente che la presenza di layer digitali nel mondo fisico sarà presto parte integrante della nostra realtà quotidiana.

Il designer e regista Keiichi Matsuda ha acquisito una forte notorietà immaginando un futuro in cui “realtà aumentata” e Internet andranno ben al di là di schermi e dispositivi fino a diventare una parte preponderante della nostra esperienza del mondo. Il suo ultimo lavoro è una campagna di Kickstarter per raccogliere fondi per ‘Hyper Reality’, una serie di cortometraggi ambientati a Medellin, in Colombia, che vanno oltre la solita visione del futuro popolata di macchine volanti e zaini dotati di jet, per concentrarsi sugli scenari prevedibili e sul possibile impatto di città “intelligenti”, di super social media, e di una ‘realtà aumentata’ onnipresente.

Mentre i suoi precedenti progetti hanno incorporato i marchi e il carattere onnipresente della pubblicità digitale nella narrazione a tratti un incrocio tra “Minority Report” e “Come ti vendo un film” questa volta Matsuda invita il marketing in qualità di partner, per incrementare i finanziamenti e rendere più realistica la sua visione del nostro imminente techno futuro.

“Una conseguenza inevitabile della commistione tra Internet e il mondo fisico è che gli spazi commerciali e della pubblicità diventeranno una parte ancora più consistente delle nostre città”, dichiara l’artista. “Sono davvero incuriosito di come questo possa influenzare la nostra esperienza, quindi sto pensando di creare all'interno dei film alcuni ambienti ‘brandizzati’ innovativi e suggestivi dal punto di vista visivo”.

Le opportunità per i brand vanno dal semplice logo placement fino ad avere intere scene girate nella versione futuristica di un punto di vendita di uno degli sponsor. Matsuda, afferma che il primo film della serie ha già ottenuto altissimi riconoscimenti. "Avere brand reali coinvolti, rafforza l’appeal post moderno dei film, e getta uno sguardo ironico sui sistemi stessi che il film analizza" afferma.


"Voglio usare il film come una piattaforma di dibattito per chi si chiede dove la tecnologia potrebbe portarci", dice Matsuda. "Creando nuove visioni, e parlandone pubblicamente, credo che sia possibile influenzare le persone che sono coinvolte in prima persona nello sviluppo di queste tecnologie".












Nessun commento: