ENCANTO PUBLIC RELATIONS REALIZZA LA PRIMA CONFERENZA STAMPA "VIRTUALE", TOTALMENTE IN TELEPRESENZA, PER ABBATTERE I COSTI E OTTIMIZZARE I TEMPI DELLE REDAZIONI GIORNALISTICHE

Una conferenza stampa totalmente in telepresenza, tutti collegati in video dalla propria scrivania, per salvare i bugdet delle aziende e soprattutto ottimizzare i tempi dei giornalisti, in periodi di crisi, sempre meno disponibili a partecipare agli incontri stampa. L’idea di Encanto Public Relations è piaciuta agli inviati delle testate che si sono accreditati alla prova generale che si è svolta in queste ore. Alla regia l’innovativa tecnologia Vidyo, pioniere della telepresenza personale che offre un servizio di videoconferenza multipunto in Hd e che nel 2012 ha raggiunto il + 68% di crescita del fatturato. A supportare l’incontro due partner di eccellenza come Logitech e Plantronics che hanno messo a disposizione webcam e auricolari di elevata qualità, ConferenceCam Logitech BCC950 e Voyager Legend UC Plantronics strumenti indispensabili per la buona riuscita dell’evento. “La particolare congiuntura economica spinge a tenere d’occhio i budget ma allo stesso tempo è sempre fondamentale che le aziende continuino ad organizzare conferenze stampa e abbiano un contatto diretto con i giornalisti”, spiega Roberto Gazzini titolare di Encanto Public Relations. “La videoconferenza permette una sostanziale riduzione dei costi e allo stesso tempo mantiene la forza del rapporto face to face fondamentale per creare relazioni reali ed efficaci con la stampa”.
La crisi ha cambiato i modi di relazionarsi e di comunicare, lo stato dell’editoria italiana presenta uno scenario molto cambiato rispetto agli anni passati, come testimonia gli investimenti degli editori nel mondo digitale. “L’incontro virtuale – spiega Tiziana Capece, account di Encanto Public Relations - è stato studiato appositamente per i giornalisti delle maggiori testate IT che, proprio in virtù della loro specializzazione in materia, hanno potuto provare per primi la nuova forma di comunicazione. E’ stata infatti molto apprezzata la possibilità di essere collegati con tutti i propri colleghi e con i relatori in un ambiente virtuale, comodamente seduti in ufficio o a casa. Con un semplice click i giornalisti si sono collegati e hanno potuto seguire la conferenza in telepresenza intervenendo con domande e considerazioni”.
Fabio Tessera, Vice Presidente SEMEA per Vidyo, Massimiliano Carlesi, B2B Sales Manager di Logitech e Ilaria Santambrogio, Marketing Manager di Plantronics hanno condiviso le proprie presentazioni e descritto le tecnologie che hanno permesso la realizzazione dell’incontro.
I prossimi passi saranno lo sviluppo di una vera e propria offerta rivolta anche a tutta la stampa.
“L’organizzazione è stata semplice, una volta settato l’hardware e organizzata una prova generale – continua Gazzini - è bastato un click per collegare tutti, i piccoli imprevisti di qualsiasi conferenza stampa non hanno inciso sulla qualità dell’incontro. Siamo soddisfatti di questo primo esperimento che ci ha permesso di estendere le tecnologie di UCC al campo delle relazioni pubbliche”.
Alcune dichiarazioni dei giornalisti coinvolti
"Siamo di fronte a quello che può essere considerato il futuro della comunicazione per le aziende. Un perfetto esempio di come la tecnologia possa risultare allo stesso tempo utilissima in ambito lavorativo e di immediato utilizzo anche per i meno esperti".
Matteo Maggioli - Editoriale Duesse

"La conferenza stampa in telepresenza è stata una gradita sorpresa. Può davvero rappresentare un'interessante alternativa al meeting tradizionale".
Christian Boscolo - Top Press

"Un'esperienza positiva, certo che l'attenzione è più bassa, ma la qualità è ottima. Sono abituato a fare video connessioni, ma qui l'esperienza è stata più completa".
Gigi Beltrame - Business Community

"Lavorando da anni da solo, come freelance, tendo a considerare le riunioni di lavoro uno spreco di tempo, che tra l'altro mi priva spesso dei miei interlocutori impegnati in tale attività nell'ambito delle rispettive aziende o agenzie. La sessione di telepresenza che abbiamo condotto con la piattaforma Vidyo e il supporto degli strumenti di Plantronics e Logitech prefigura invece un tipo di riunione (nel caso specifico una "conferenza stampa", che assorbe tanta parte del nostro tempo di comunicatori) in cui si può entrare e uscire con una certa libertà (limitata solo dalla netiquette) e soprattutto senza il vincolo dell'unità di luogo che comporta sempre un aggravio di tempi e costi. Cercherò di conoscere meglio la piattaforma e capire come sia possibile  utilizzarla al meglio, da utente attivo, anche nell'ambito del giornalismo".
Paolo Crespi - Free Lance

"E' stata una esperienza senz'altro positiva sia per la qualità delle immagini e dell'audio, sia per la possibilità di condividere e commentare in tempo reale documenti e presentazioni. Esiste il rischio distrazione, soprattutto perchè in ambiente lavorativo la partecipazione a una videoconferenza con viene ancora concepita come momento "do not disturb", tuttavia, la possibilità di prendere parte a un evento, senza spostarsi dal proprio ufficio rappresenta un enorme vantaggio in termini di tempo. Nell'insieme, lo trovo uno strumento utilissimo in particolare nel caso delle one - to - one".
Maria Teresa Delle Mura - 01.Net



1 commento:

Brunella Ferrero - Brevi srl - Marketing & Comunicazione ha detto...

Ottima idea e grande soluzione per tutti, aziende e giornalisti. Complimenti
Brunella Ferrero - Marketing & Comunicazione - Brevi srl